I 15 anni di LAMA Impresa sociale e un nuovo CDA

Si è tenuta ieri la nostra Assemblea dei soci, in occasione della quale è stato rinnovato il Consiglio di Amministrazione

Si inaugura per noi un nuovo ciclo strategico di sviluppo con alcune importanti novità

Ellipse 11 Andrea Rapisardi, classe 1984, laurea in Economia dello Sviluppo Avanzata all’Università di Firenze, 2 figli, socio fondatore, diviene Direttore finanziario e amministrativo e lascia il timone dopo 9 anni di una mirabile presidenza che ha portato la cooperativa a raggiungere importanti obiettivi di crescita e di maturità.

Ellipse 11 Francesca Mazzocchi, 44 anni, laurea in scienze politiche, con varie esperienze professionali all’attivo, attuale Responsabile Relazioni Esterne e Comunicazione della cooperativa – diventa la prima presidente donna della storia di LAMA. 

Ellipse 11 Nel nuovo CDA siederanno ancora Elena Como con il ruolo di Vicepresidente, 38 anni, responsabile Ricerca e Valutazione, con esperienze di vita e lavoro in circa 20 Paesi in 4 continenti e Riccardo Luciani, 37 anni, responsabile Innovazione di LAMA, ex direttore di Impact HUB e attuale direttore di MIM. Nuovo ingresso per Alessandra Zagli, mugellana, project manager esperta di design sistemico e doppia laurea in filosofia teoretica e SECI.

In questa occasione festeggiamo con orgoglio i nostri 15 anni di attività nel campo dell’innovazione sociale, della ricerca e della rigenerazione urbana.

Alcune milestones del nostro percorso: 

  • 2007 nasciamo come cooperativa di produzione e lavoro per occuparci di cooperazione internazionale;
  • 2008 fondiamo un laboratorio di ricerca-azione con il PIN di Prato; 
  • 2013 diamo vita ad Impact HUB, il primo spazio di co-working per l’innovazione sociale a Firenze, nella zona di Rifredi; 
  • 2019 nasce MIM – Made in Manifattura, la società di scopo che gestisce l’attivazione temporanea degli spazi di Manifattura Tabacchi Firenze; 
  • 2021 LAMA prende la qualifica di Impresa Sociale, a concretizzare nella forma la propria sostanza, quella di contribuire a uno sviluppo sostenibile e inclusivo attraverso il proprio operato e supportando i propri clienti a trovare la strada più opportuna per migliorare i propri impatti e il proprio sistema di relazioni con le comunità e il territorio. 
  • sempre nel 2021 fondiamo Impact HUB Firenze dentro Impact Hub SRL Società Benefit – nuova compagine nata dalla fusione degli Impact HUB di Milano, Torino e Firenze.

Oggi LAMA conta  28 tra soci, dipendenti e collaboratori, il 90% di laureati, il 67% di donne e 35 anni di età media e con il 19% di Impact Hub SRL Società Benefit e MIM, LAMA è il centro di una piccola costellazione imprenditoriale che nel 2021 chiude fatturati per un ammontare complessivo di oltre 3 milioni.

Sono molti i progetti che abbiamo portato avanti in questi anni, il nostro lavoro sul territorio si è allargato all’Italia e all’Europa – lavorando con il Comune di Milano, l’impresa sociale Con i Bambini, Coop Alleanza 3.0, il Gruppo Unipol, il Ministero per lo sviluppo Economico, la Commissione europea e la Banca Mondiale per citarne alcuni –  e sempre di più concentrato sul sostegno allo sviluppo del terzo settore, sulle attività di ricerca e valutazione di impatto e sul tema dello sviluppo sostenibile delle aree interne e delle città, lì dove si concentrano le sfide economiche e sociali del nostro tempo e si provano ad elaborare le soluzioni per un futuro più inclusivo e sostenibile.

Continuiamo a lavorare duramente per un futuro più inclusivo e sostenibile.

Correlati

Immagine di Firenze Metro-Montana creata con AI
News

Firenze città Metro-Montana

Ecco le 8 indicazioni strategiche distillate dal lavoro di ricerca e analisi che abbiamo svolto per la Città Metropolitana di Firenze.

News

EPIC – Experience Prato Industrial Culture

Siamo partner del progetto vincitore della call EUI – European Urban Initiative 2023, per rendere Prato la città capitale del turismo industriale innovativo e sostenibile

Appunti

Siamo un’istituzione del futuro

Siamo un’istituzione del futuro. Siamo il terzo settore che non c’era. Un nuovo intermediario sociale, ibrido e non convenzionale tra lo stato e il mercato. Siamo un’istituzione del futuro che dà risposte alle sfide del presente.